h2o-service depuratore d'acqua domestico

Come Scegliere il tuo depuratore d’acqua domestico

Il depuratore d’acqua domestico è un dispositivo ormai presente in tantissime cucine italiane proprio perché svolge funzioni molto utili: eroga acqua liscia e frizzante, garantisce acqua pulita da ogni contaminazione, dà maggiore sapore a cibi e caffè e, soprattutto, evita la fatica di trasportare pesanti casse di acqua.

Proprio per questo oggi sono presenti sul mercato diverse tipologie di depuratori d’acqua che offrono funzionalità e metodi di funzionamento diversi a seconda della potenza, della tipologia di acqua, del numero di persone presenti in famiglia ecc.

Inoltre sono nate negli ultimi anni moltissime società che installano e garantiscono la manutenzione di questi depuratori.

Questo articolo vuole essere chiarificatore per tutte quelle persone che stanno valutando la possibilità di acquistare un depuratore d’acqua così da avere un quadro che sia il più chiaro e completo possibile.

Come scegliere il giusto depuratore d’acqua?

L’installazione di un depuratore d’acqua non è complicata a livello pratico, quindi, anche se non avete particolari conoscenze tecniche, potete provare con il “fai da te”.

Ci sono però molte variabili da rispettare che, se non siete tecnici, risultano difficili da conoscere e rispettare…

Il consiglio che vi diamo è quello di rivolgervi ad un professionista esperto del settore per evitare di ritrovarvi poi problemi durante l’installazione.

Oltre all’aspetto tecnico c’è da considerare l’aspetto qualitativo dell’acqua.

Vedete, nel corso del suo tragitto attraverso i tubi per arrivare al vostro erogatore, può trascinarsi dietro detriti e inquinanti di vario genere. Il tecnico è in grado di analizzare questi “residui” e determinare così il giusto processo di filtrazione e depurazione, una volta fatto questo potrà consigliarvi il giusto depuratore per voi. Per questo motivo è importante effettuare un’analisi dell’acqua del rubinetto ed è per questo che noi di h2o-service.it lo offriamo come servizio gratuito ai nostri clienti.

Le 6 cose da fare per scegliere il giusto depuratore d’acqua domestico

Ecco a voi i 6 punti imprescindibili da analizzare per scegliere il giusto depuratore d’acqua domestico:

1 – Lo spazio disponibile.

Valutare lo spazio a disposizione è, per quanto possa sembrare scontato, la primissima cosa da fare, il vantaggio è che oggi esistono possibilità per ogni tipo di spazio, ambiente ed esigenza. 

Con un buono spazio sul piano cucina su può optare per una soluzione Sopralavello vi sono varie soluzioni esteticamente gradevoli e che rispettano l’armonia e l’eleganza della cucina. 

Se non si ha a disposizione uno spazio piuttosto ampio o non si vuole “rompere” il senso armonico dell’ambiente cucina, non temete, esistono anche versioni Sottolavello, più contenute e pratiche, da posizionare all’interno dei pensili sotto il lavandino.

2 – Potenza del depuratore.

La potenza è una caratteristica fondamentale da valutare poiché determina il grado di pulizia dell’acqua e di rimozione di detriti, calcare ed impurità. 

Naturalmente maggiore è la potenza del depuratore e maggiore è il livello di purezza dell’acqua ma non pensiate che più potente sia meglio, il tutto va analizzato a seconda del tipo di necessità e del tipo di acqua che avete (ricordate l’analisi gratuita?).

3 – Persone in famiglia.

Ebbene sì, il vostro depuratore dovete sceglierlo anche in base al numero di persone in famiglia. Questo serve per capire la quantità di acqua necessaria nel quotidiano, va da sé che una persona sola, per quanto assetata, consumerà meno di una famiglia di 3 persone.

4 – Acqua desiderata.

Ora veniamo ai gusti personali, che acqua volete?

Liscia, frizzante, fredda o a temperatura ambiente…

A seconda di ciò che volte vi sono modelli più o meno avanzati tecnologicamente che accontenteranno tutte le vostre esigenze, ovvio che, più esigenze avete, più il costo salirà. 

La scelta in ogni caso qui è puramente soggettiva e dipende essenzialmente dalle vostre preferenze.

5 – Tipo di Filtrazione.

A seconda delle vostre esigenze vi sono diverse tipologie di filtrazione del depuratore.  La più comune e diffusa è l’osmosi inversa che purifica l’acqua facendola passare tramite una membrana filtrandola da tutte le impurità e le sostanze inquinanti.

 La microfiltrazione invece permette di rimuovere le particelle solide dall’acqua e la libera da tutte le sostanze nocive mantenedone però i sali minerali contenuti al suo interno.

Infine L’ultrafiltrazione, oltre a purificare l’acqua dalle sue sostanze nocive, trattiene tutte quelle impurità che hanno dimensioni addirittura inferiori a 0,1 micron.

6 – Tipo di Acqua

Ed eccoci alla fine di questa lista, in ultimo (ma non per importanza) il depuratore va scelto in base alla tipologia d’acqua erogata nella propria zona, non solo vi sono variazioni tra regioni (in Puglia sarà diversa rispetto alla Calabria) ma all’interno della stessa provincia le tipologie di acqua possono essere diverse. Ci è capitato, nel corso degli anni, casi in cui l’acqua conteneva una grande concentrazione di calcare, batteri o addirittura arsenico. Ecco perché risulta fondamentale la scelta del depuratore SOLO in seguito di una analisi chimica dell’acqua.

Adesso avrete sicuramente le idee più chiare su come scegliere il vostro depuratore..

NB: se non l’avete mai fatto, anche solo per curiosità, vi consiglio di effettuare un analisi delle vostre acque, il servizio è gratuito e a voi costa solo il tempo di compilare il form di contatto qui sotto.

Richiedi l'analisi gratuita della tua acqua


Whatsapp
Buongiorno, come possiamo aiutarla?